Riserva Naturale di Capo Gallo

PHOTO GALLERY

Riserva Naturale di CAPO GALLO

Capo Gallo, in provincia di Palermo, è il luogo più raccolto e appartato, meta privilegiata per chi alla sabbia preferisce gli scogli, cornice naturale al mare azzurrissimo. Capo Gallo è il luogo ideale per chi ama il mare. Su alcuni tratti di litorale si trovano infatti molti anfratti, di roccia e ciotoli, oltre ad angoli più o meno sabbiosi, senza contare le decine di piccole grotte, per lo più semisommerse, che si aprono al pubblico durante la marea bassa. Queste grotte ospitano fauna e flora marina, che si riscontrano solo in profondità maggiori. Per queste sue caratteristiche naturalistiche e paesaggistiche, Capo Gallo costituisce una riserva naturale orientata e un'area marina protetta sita alle porte della città più grande della Sicilia: luogo ideale per immersioni indimenticabili.

Il territorio della riserva va da punta Barcarello a Capo Gallo e costituisce la naturale chiusura a nord di quel complesso di monti che delimita la Conca d'Oro. E' una riserva molto pregiata nel segno della biodiversità, al cui interno coesistono micromondi naturali dal fascino unico e diverse specie endemiche esclusive di questo territorio. La riserva naturale di Capo Gallo è un promontorio roccioso che si specchia nel mare di Palermo, separando i golfi di Mondello e Sferracavallo è costituita essenzialmente dal monte Gallo, mentre le acque che lo circondano costituiscono un’ importante riserva naturale marina. La riserva si estende per 586 ettari, è stata costituita nel 2001 e infatti all’interno di essa si trovano alcune abitazioni precedentemente costruite e regolarmente abitate. Il monte Gallo separa i due più importanti e conosciuti golfi di Palermo: il golfo di Mondello e quello di Sferracavallo.


COME SI RAGGIUNGE

La riserva è raggiungibile, esclusivamente a piedi, seguendo i percorsi naturalistici tabellati dall'Azienda Foreste. I punti di accesso marini sono due: 1) Dal versante orientale è possibile accedere alla riserva, attraverso una proprietà privata che inizia alla Torre di Mondello, e che consente di raggiungere le pendici del monte fino ad arrivare al Faro di Capo Gallo. Da qui alcuni sentieri portano quasi sino al Malpasso e consentono di osservare la splendida, anche se limitata, macchia di foresta che caratterizza le pendici nord del monte stesso, testimonianza di passati trascorsi coperture forestali. 2) Dal versante opposto, sempre attraverso una stradella privata che inizia in C.da Barcarello di Sferracavallo, è possibile percorrere le pendici del monte ammirando la limpidezza delle acque della Riserva marina, sino ad arrivare in un'area attrezzata, attualmente gestita da privati, dalla quale è possibile percorrere dei sentieri che arrivano sino al Malpasso, senza possibilità di congiungersi con i sentieri del lato opposto. Qui, raggiungibile solo in barca o meglio in canoa, è possibile visitare la Grotta dell'Olio, splendida cavità a fior d'acqua, dovuta all'erosione marina. Nella parte centrale della riserva, sotto il monte Gallo, vi è un faro che ne segnala la posizione. La costa è completamente costituita da formazioni rocciose, le quali rendono difficile, o pressoché impossibile raggiungere il lato opposto della riserva.

FREE FKK

A Palermo , il tratto di costa più battuto da chi pratica il naturismo, è senza dubbio quello di Capo Gallo (zona Faro), se si accede dal lato di Mondello, nella porzione di riserva a sinistra del Faro e Barcarello (punta Tara) nella parte centrale della riserva, entrando dal lato di Sferracavallo, poco più avanti dell’ Avamposto.


TWEETS