Naturismo in Sicilia
laghetti di Marinello in Sicilia libere spiaggie per il naturismo

Riserva Naturale orientata

Laghetti di Marinello

Il naturismo è possibile soprattutto in bassa stagione

Le spiagge più intime e solitarie. Quelle che non è sempre facile raggiungere ma ne vale la pena, per trovare un angolo di paradiso in cui godersi il mare in solitudine.

L'area lagunare di Marinello sottoposta ad imponenti variazioni morfologiche che modificano la linea di spiaggia e creano laghetti litoranei salmastri, semi-permanenti o temporanei, rappresenta un vistoso sistema di frecce litorali (Flches) unico lungo la costa tirrenica siciliana. La formazione dei laghetti e la loro persistenza da attribuire all'azione contaminante e concorrente della tettonica(movimenti del terreno) e delle condizioni meteo-marine. Il trasporto litoraneo e l'accumulo dei materiali sabbioso-ghiaiosi sono dovuti ad un fenomeno raro che si manifesta a seguito di un improvviso approfondimento dei fondali in presenza di un forte angolo di incidenza delle onde del mare dominante. L'origine dei laghetti semi-permanenti esistenti denominati Marinello, Mergolo della Tonnara e Verde, ubicati a ridosso della parete rocciosa, viene fatta risalire a circa 100 anni orsono, successivamente al 1877, data del rilievo dell'Istituto Idrografico della Marina nel quale la formazione sabbiosa risultava inesistente. La tendenza evolutiva del sistema lagunare sembra procedere verso un progressivo isolamento dal mare con il passaggio di associazioni faunistiche e floristiche dall'ambiente marino all'ambiente salmastro. La complessità strutturale dell'area determina, insieme al progressivo confinamento dal mare, la diversificazione idrobiologica dell'ecosistema riscontrabile in ogni singolo bacino con l'evidenziazione di numerose specie endemiche o rare tra cui, a titolo d'esempio il:copedope Phyllopodopsillus pauli, ed il gobide Buenia affinis, qui presente con l'unica popolazione attualmente nota per il mediterraneo. La Riserva dei Laghetti di Marinello rappresenta una delle poche aree costiere del distretto floristico Peloritano in eccellente stato di conservazione caratterizzata da una notevole varietà di ambienti e da una vegetazione alquanto ricca e diversificata.

giovane nudista ai laghetti di Marinello in Sicilia

Come raggiungere l'area lagunare di Marinello

PER RAGGIUNGERLA: Autostrada Messina-Palermo, uscita Falcone. Immettersi sulla statale in direzione Oliveri, entrare nel paesino di Oliveri seguendo indicazioni per Marinello. lasciare la macchina nel parcheggio sul lungomare e dirigersi verso Camping Marinello. Camminare sulla spiaggia in direzione del promontorio di Tindari fino a raggiungere i laghetti. L'ultima parte della spiaggia è quella più tranquilla su cui praticare naturismo. La spiaggia è enorme, naturismo possibile soprattutto in bassa stagione o durante la settimana in piena estate. La parte terminale della spiaggia è per lo più frequentata da gay.

i mesi consigliati per il naturismo: da marzo a luglio e da settembre a novembre
 laghettimarinello - Sicily FKK  laghettimarinello - Sicily FKK  laghettimarinello - Sicily FKK  laghettimarinello - Sicily FKK

Ecco i 17 luoghi naturisti censiti in Sicilia

  • Oasi Naturale di Vendicari
  • spiaggia di Calamosche
  • spiaggia di Marianelli
  • riserva di Randello
  • spiaggia di San Saba
  • fondaco Parrino
  • spiaggia di Capo D'Alì
  • Salinelle
  • laghetti di Marinello
  • gole di Tiberio
  • foce dei Platani
  • Capo Gallo
  • spiaggia di Casello 41
  • Torre Salsa
  • Capo Feto
  • spiaggia di Capo D'Alì
  • isola di Pantelleria